Sport – Calcio Golfo Paradiso P.R.C.A. – Boca DeVILS Genova 4-1 Pronto riscatto del Golfo alla prima in casa

Sport – Calcio Golfo Paradiso P.R.C.A. – Boca DeVILS Genova 4-1Pronto riscatto del Golfo alla prima in casa

(Da Il Golfo riceviamo e pubblichiamo)

La prima giornata di campionato giocata in casa ha visto il pronto riscatto del Golfo, dopo la amara sconfitta dell’esordio, nel derby con la Cattolica.

La squadra di casa parte ordinata. La formazione avversaria, che per l’occasione si è portata in trasferta un nutrito tifo in tribuna, è una neopromossa, pronta a provare cosa significa la differenza (abissale) tra la serie A1 ed A2 del Torneo del lavoratore a 11.

Il copione è quello di un Golfo che imposta in fase offensiva ed un Boca che si copre e cerca di colpire in contropiede. Oggi c’è Laudisi (finalmente) ed il gioco viene finalizzato sempre e solo su di lui.

Casazza Massimo, in forma smagliante, è il primo a mandare un avviso da distante al portiere avversario. La sua conclusione è di poco alta. Il secondo avviso avviene su un lancio di La Rosa su Laudisi, la cui conclusione in girata al volo è fuori.

Il terzo ed ultimo avviso avviene su lancio di Serra sempre su Laudisi che questa volta non perdona. E’ il 12° ed il Golfo è in vantaggio.

La squadra di casa continua a tenere palla in mezzo e non arretra. E’ addirittura una battuta lunga del portiere Oliveri ad indirizzare Laudisi in porta, il quale viene fermato con difficoltà (ed anche irregolarmente) dai difensori avversari, che mandano la palla in corner. Poco dopo si assiste ad un bello scambio tra Guelfo e Fazzi, ma la palla rimessa in mezzo è troppo corta.

Fazzi si muove bene, ma appare ai più in evidente affanno, per carenza di allenamento.

Guelfo poco dopo si ripete sulla sinistra, ma la sua palla messa molto bene in mezzo non viene raccolta incredibilmente da nessuno (chi segue l’azione?).

Il pressing del Golfo è continuo e raramente si vede il Boca nella metà campo avversaria. Dietro Teppati orchestra magistralmente la difesa del Golfo, compiendo anche lui continui anticipi sugli attaccanti avversari.

Al 21° si ripete il solito lancio su Laudisi da parte di La Rosa, ed anche stavolta Laudisi a tu per tu col portiere lo mette seduto e raddoppia.

Serra riprova la manovra poco dopo ma questa volta il tiro dello stesso centravanti è alto. Una palla “sporcata” da parte di Cadoni porta al tiro per la prima volta il Boca ed è Bottino a sfiorare il palo. E’ il preludio al goal, perchè Pena, grazie ad una difesa imbambolata, si concede il lusso di scartare tre aversari e di tirare in porta, dimezzando lo svantaggio. Delirio in tribuna per il tifo ospite, che questa sera si sono portati anche i fumogeni.

Il Boca prende coraggio e cerca di spingere.

Guelfo vorrebbe compiere una impresa calciando al volo di sinistra su un lancio di La Rosa: il suo tiro però alle stelle. Un plauso comunque per averci provato.

Nel momento in cui il Boca sembra prendere possesso del gioco, un retropassaggio di Dondero, pressato da Laudisi, diventa ol più classico degli autogoal: 3 a 1 per il Golfo.

Nei restanti 5 minuti del primo tempo non succede nulla, e si va così al riposo.

Le squadre tornano in campo con le stesse formazioni. E subito si assiste ad un bello scambio in area tra Laudisi e Fazzi, ma quest’ultimo non finalizza.

Il gioco stenta a prendere quota e la partrita diventa decisamente noiosa, In mezzo al campo si passeggia da ambo le parti. Il Golfo non ha nessuna intenzione di sprecare energie. Dall’altra parte il Boca non dimostra una vera reazione.

Comincia la sarabanda delle sostituzioni. Nel Boca Vento e De Pierro sostituiscono Zuppardo e Piccinelli, Il Golfo Capurro Fazzi.

Il nostro taccuino non registra alcunchè e la partita è decisamente scaduta. A 10 dal termine Cadoni è sostituito da Olcese, e nel Boca Candido sostituisce Dondero. La partita a tratti diventa inutilmente nervosa. Laudisi in una azione di rimessa si invola e sfiora il palo. Sempre e solo lui, nel Golfo ad impensierire la porta avversaria. Eppure di azioni se ne vedono ma gli altri attaccanti non agrediscono mai inspiegabilmente la porta.

Lo staff tecnico del Golfo ( Ferrari – Di Terlizzi) riaggiusta la disposizione in campo sostituendo anche Serra con un redivivo Verdina. Lagomarsino, il capitano, di testa sfiora la traversa su una bella punizione dalla destra di La Rosa.

Poco dopo Casazza M. lancia Laudisi che segna ma il goal viene annullato, per un dubbio fuorigioco. Poco dopo l’azione si ripete ed è Capurro stavolta ad imbeccare Laudisi che porta a 3 le sue segnature della serata, agganciando in testa alla classifica dei cannonieri Narizano del Fia Italbroker, vincitore della passata edizione. Anche quest’anno si ripropone la sfida tra i due.

Casazza è devastante. La fascia è sua, continuando ad imperversare, senza però essere supportato dai compagni che appaiono poco mobili e stanchi (ma non hanno iniziato la preparazione atletica prima degli altri??).

C’è una ultima occasione di La Rosa su punizione, ma la sua battuta è cantrale e preda di Boemi.

Finisce qui la partita.

Un Golfo decisamente più convincente, ma che lascia ancora qualche perplessità:

  1. l’anno scorso fu la difesa più forte incassando solo 14 goal in tutta la stagione. Siamo alla seconda giornata ed i goal presi sono già 3!

  2. Il centrocampo ha solo un tempo di autonomia nelle gambe… il secondo tempo è scomparso, costringendo la squadra a giocare con i soliti lanci lunghi su Laudisi

  3. Se non segna Laudisi non segna nessun’altro.

Problemi che i due mister dovranno risolvere in settimana.

Il prossimo incontro del Golfo troverà ben altro avversario: Frigo Genova (Gente della Notte) che lo scorso anno si battè fino all’ultimo proprio col Golfo per il secondo posto e che espugnò il campo di Recco.

Nel frattempo con questa vittoria il Golfo si prende il terzo posto seppur in coabitazione.

Guidano la classifica il Fia Italbroker e la Cattolica, le uniche squadre a punteggio pieno.

Formazioni

Golfo Paradiso: Oliveri 7, Cadoni 6 (Olcese sv), Teppati 7, Ferrera 6 (Capurro 6), Casazza M. 7,5, , Lagomarsino 6, Serra 6(Verdina sv), La Rosa 6,5, Guelfo 6, Laudisi 8, Fazzi 5,5

(All. Ferrari- Di Terlizzi, a disposizione Pagani)

Boca: Boemi 5, Bottino 6, Lipardi 5, Zuppardo 5 (Vento 5,5), Morando 5,5, Dondero 6,5 (Candido 5,5), Maistro 5,5, De Palo 5, Piccinelli 5 (De Pierro 5,5), Pena 7 (Chiesta sv), Agnese 6 (Franco 5)

(All. Serpico, a disposizione / )

Print Friendly, PDF & Email
continua a seguirci con un mi piace
error

aiutaci condividendo con i tuo amici le news più fashion

RSS
Follow by Email